Biografia

Una carriera lunghissima, quella del trio, segnata da numerosi e  importanti appuntamenti artistici che lo ha visto affermarsi in molteplici rassegne e concorsi nazionali ed internazionali. La formazione esiste dal 1985 come Trio Siciliano, nel febbraio 2020 diventa InArTrio. Una decisione difficile quella di cambiare nome dopo 35 anni di carriera, ma necessaria, nata dalla voglia di cambiamento e di innovazione, da una esigenza dell’animo che sentiamo forte verso quelle note universalmente condivise che in musica si traducono in frammenti di mondi senza confini, senza appartenenza, senza etichette, dove l’unica cosa che conta è la musica che genera arte: InArTrio.

Allievi del Trio di Trieste  presso l’Accademia Musicale Chigiana di Siena e presso la Scuola di Musica Fiesole.
Il trio ha suonato per prestigiose associazioni come Amici della Musica di Palermo, Trapani, Messina, Siracusa, Ravenna, Vicenza, Dolo e Novara.
Ha partecipato ad importanti eventi come Festival del 900 a Palermo e Palermo di Scena, ma anche Provincia in Festa e a tante altre manifestazioni nei principali teatri di diverse città italiane ed estere.
La critica tedesca si è espressa così in occasione di un loro concerto a Colonia: Pubblico entusiasta nella hall del giardino degli Sclosses. Musicisti di altissimo livello tecnico, con loro la melodia si innalza e brilla, appassionando gli animi degli ascoltatori.
Il trio incide per la U07 Records e Aulicus Classics.

140_0_1561071_313798
140_0_1561085_313798

Fabio Piazza è docente di Pianoforte dei corsi universitari di triennio e biennio presso il Conservatorio Scarlatti di Palermo.
Ha al suo attivo una trentennale attività didattica (ha insegnato altresì presso i Conservatori di Messina, Cosenza e Trapani).
Vincitore di numerosi premi nazionali e internazionali di esecuzione riguardanti musica solistica e da camera. Attento studioso della musica del 900 e contemporanea.
Nel 1985 ha fondato il Trio con cui svolge intensa attività concertistica.

Silviu Dima primo violino del Teatro Massimo di Palermo ha iniziato gli studi in Romania sotto la guida del M° Hamza Iuliu.
Trasferitosi in Italia nel 1984 ha vinto il I° premio al Concorso Internazionale di violino «Città di Stresa».
Si è diplomato a L’Aquila  presso il conservatorio “A. Casella”  con il massimo dei voti.
Ha partecipato ai corsi di perfezionamento tenuti da Mariana Sirbu, Corrado Romano, Zinaida Gilels e Pavel Vernikov.

Giorgio Gasbarro è stato primo violoncello del Teatro Massimo di Palermo.
Si è diplomato con il massimo dei voti presso il conservatorio di Palermo sotto la guida del M° Giovanni Perriera.
Ha partecipato ai corsi di perfezionamento tenuti da Radu Aldulescu e Pier Fournier.
Ha vinto concorsi al Teatro alla Scala di Milano, al San Carlo di Napoli, all’EAOSS e al Teatro Massimo di Palermo.
Nel 1976 vince il concorso giovani concertisti di Roma.